“Marina Bellezza” di Silvia Avallone

Romanzo avvincente: si vorrebbe leggerlo d’un fiato perchè la protagonista Marina (Bellezza non è un aggettivo, ma il suo cognome) è una creatura viva,non un personaggio, che ti appassiona e vuoi sapere, conoscere dove ti porterà.

E’ bellissima, ma stravagante, ha una voce d’oro, vive fuori dagli schemi, ma ama.

In un modo tutto suo ama i genitori che l’hanno delusa e il suo uomo: Andrea. E ‘l’altro protagonista del romanzo, anche lui solo, deluso da sempre dai suoi genitori che gli hanno preferito il primogenito, studente modello.

Anche la sua storia è avvincente, ti chiedi seriuscirà a realizzare il suo sogno: diventare un malgaro tra le montagne del Biellese.

La Avallone riesce a farti stare in ansia anche per il parto di una mucca primipara.

Avevamo già conosciuto quanto si documenti l’Avallone nel suo "Acciaio" ed ora le riconosciamo questo pregio: ci fa conoscere il Biellese ma riesce a catturare la tua attenzione anche attraverso un viaggio dei due protagonisti nell’arida Arizona.

pagg. 509 – ed. La Scala – Rizzoli

segnalazione di Matilde Lenotti