“Mare al mattino” di Margaret Mazzantini

Il tempismo di questa scrittrice è eccezionale: in "Venuto al mondo",
pareva avesse partecipato alla tragedia del Kossovo, qui sembra
presente alle vicende della Libia addirittura arrivando all’uccisione di
Ghedaffi.

E’ la storia degli italiani inviati, con false promesse, dal
fascismo a bonificare il deserto. Quegli stessi italiani depredati e
cacciati poi dallo stesso Ghedaffi. Infine la drammatica fuga attraverso
il mare durante la rivolta per la libertà.

Protagonista una famiglia italiana.

A me è stato regalato con questa dedica che mi sento di ripetere: "Breve ma intenso".

-L’aricpelago Einaudi – pgg. 123 

Visualizzato: 11