“La mia casa è dove sono” di Igiaba Scego – Rizzoli ed.

Scrittrice somala, figlia di un ministro (lo fu nel breve tempo in cui la Somalia liberata fu retta da una democrazia), nata a Roma.

Racconta in modo spigliato e sereno le cose tristi e le cose felici della sua vita, dell’essere nera in un paese di bianchi . Ci fa conoscere la storia della Somalia di cui sappiamo ben poco, ci parla con amore sia di Mogadiscio che di Roma.

Delle due città, insieme con i fratelli, traccia una mappa piena di affetto e di ricordi, aiutata da fotografie dei suoi parenti, alcuni mai conosciuti.

Di Roma parla dei luoghi in cui ha vissuto e vive, dal teatro Sistina alla stazione Termini, da Trastevere allo stadio Olimpico, in modo tale da giustificare il titolo del libro.

La segnalazione del libro viene da Matilde Lenotti