“L’isola sotto il mare” di Isabel Allende –

E’ il luogo, nel poetico folklore del linguaggio vudu, dove vanno a “vivere” gli schiavi neri dopo la morte. E’ un libro attuale perchè la prima parte del romanzo si svolge ad Haiti e ti prospetta un panorama ricco di boschi, di alte montagne, di paludi che la tv del terremoto non ti ha fatto conoscere. E’un mondo di schiavi. Teti, la protagonista, è vittima fiera, appassionata,decisa a conquistarsi la libertà, il sogno di tutti. Il romanzo è storicamente molto documentato sia per quanto riguarda la ribellione degli schiavi ad Haiti sia nella seconda parte che si svolge in Luisiana. Forse non si pensa che gli Stati Uniti sono nati da una continua compra-vendita di territori. Forse non si ricordano le responsabilità di noi bianchi La presentazione del libro, pubblicato ne “I narratori Feltrinelli” è di Matilde Lenotti

Visualizzato: 3